Author Archives: Luke71

Caso Iene, circolo minacciato a Napoli, Anddos a lavoro con le autorità

Le false notizie relative ai circoli ricreativi affiliati Anddos, definiti ad arte centri di orge e prostituzione dal servizio andato in onda a “Le Iene”, stanno ingenerando una spirale di violenza contro i 204mila soci e socie, non solo sui social ma anche attraverso atti intimidatori e vandalici. A destare allarme nelle ultime ore sono le minacce di chiusura forzata avanzate da Forza Nuova a Napoli nei riguardi della discoteca Macho Lato, in nome di presunti finanziamenti pubblici che non

Anddos vs Iene. Tutte le bufale

Anddos ritiene fondamentale diffondere un’idea della sessualità come valore, una sessualità libera, consapevole e rispettosa dell’altro. Dove c’è rispetto, infatti, non c’è discriminazione.  Anddos è l’associazione delle orge? No. Anddos è un’associazione nazionale di promozione sociale che si occupa di discriminazioni, diritti civili e benessere della persona. L’associazione nazionale è un soggetto distinto dai circoli affiliati, oltre 70 in tutta Italia. L’attività dell’associazione nazionale comprende iniziative culturali, campagne di sensibilizzazione e promozione di servizi. Grazie alla rete dei circoli, Anddos comunica

Unar e soldi pubblici, ecco il progetto Anddos approvato

Pubblichiamo la scheda del progetto che Anddos ha presentato nell’ambito del bando APAD emesso dall’UNAR, per chiarire le polemiche degli ultimi giorni generate dal servizio delle Iene. Il progetto è incentrato su attività fondamentali nella lotta alle discriminazioni come il potenziamento dei Centri di Ascolto e Antiviolenza Anddos, strutture gratuite di ascolto e di aiuto già presenti in cinque sedi in tutta Italia dedicate all’inclusione di tutte le identità sessuali e al contrasto delle discriminazioni multiple. Il progetto è finalizzato a realizzare uno standard interdisciplinare di formazione

Anddos, solidarietà e Francesco Spano. Attacco ignobile alla persona e alla privacy

Esprimiamo la più profonda indignazione per la vicenda che ha coinvolto Francesco Spano, direttore dell’UNAR, costretto alle dimissioni dopo il servizio andato in onda domenica 19 febbraio a “Le Iene”. Il messaggio che è stato fatto artificiosamente passare è la sua presunta omosessualità, in palese violazione della privacy. Contestualmente è stato accusato di aver favorito un’associazione nell’attribuzione di fondi pubblici per presunti interessi personali basati solo su una presunta tessera. Nella realtà, Anddos, l’associazione in questione, è stata ritenuta idonea

Prima modella trans sulla copertina di Vogue. Anddos, svolta storica.

Non fa in tempo a placarsi la polemica sulla battuta di Beppe Grillo e le persone trans.  Dal mondo della moda, in particolare dalla rivista leader Vogue, arriva un messaggio di grande significato e apertura, che mette alla berlina le resistenze di un immaginario vecchio e intriso di pregiudizio: nel mese di Marzo la modella brasiliana Valentina Sampaio sarà la prima donna transgender ad occupare la copertina della prestigiosa rivista. “Questo gesto – ha commentato Mario Marco Canale, presidente nazionale

Omofobia: Anddos, sconcertati da dichiarazione consigliera capitolina Guerrini

Anddos ha letto con stupore le dichiarazioni rilasciate al giornale Prideonline.it dalla consigliera capitolina Gemma Guerrini sulle iniziative che il Comune di Roma intende mettere in campo a sostegno delle persone Lgbti. “Oltre a non indicare nessuna politica precisa – ha commentato il presidente di Anddos, Mario Marco Canale – tra le righe Guerrini fa trasparire una corresponsabilità delle stesse associazioni Lgbti, che non avrebbero, a sua detta, presentato alcuna proposta. Difficile essere propositivi, non solo sull’omofobia ma su qualsiasi

Omofobia, Anddos: “A Cesena tipica propaganda d’odio da parte di Forza Nuova”

In occasione dell’unione civile tra Manuel e Marco a Cesena, Forza Nuova inscena un “funerale” con tanto di finto prete, bara portata in spalla e annunci funebri appesi ai muri, in cui si spiega che i due ragazzi, unendosi, celebrano la “fine della civiltà e della famiglia naturale”, per ribadire infine che  “L’Italia ha bisogno di figli non di omosessuali”. “L’orribile gesto di Forza Nuova – dichiara Mario Marco Canale, presidente nazionale di Anddos – è un tipo esempio di propaganda d’odio, uno di quei

Omofobia, Anddos: “Inaccettabile discriminazione da mediaworld”

In occasione della festa di San Valentino, Media World lancia “la corsa di San Volantino”, una promozione esplicitamente riservata alle coppie eterosessuali, con una pubblicità che specifica di presentarsi con un partner di sesso opposto nel caso si venisse estratti per partecipare alla “corsa dei 100 secondi”. “Una scelta discriminatoria che non può passare inosservata e che dimostra quanto in Italia non possano bastare le leggi per far crescere la cultura del rispetto e dell’uguaglianza dei cittadini – ha dichiarato

Matrimonio egualitario, Anddos: “Un’altra sentenza fa storia, proseguire verso la parità”

Con la sentenza del 31 gennaio 2017 la Cassazione respinge il ricorso del comune di Santo Stefano del Sole contro la Corte d’Appello di Napoli, confermando la trascrizione del matrimonio celebrato in Francia tra Giuseppina La Delfa (cittadina sia francese che italiana) e Raphaelle Hoedts (cittadina francese). “I nostri migliori auguri a Giuseppina e Raphaelle, due attiviste storiche che formano una magnifica famiglia – ha commentato il presidente di Anddos Mario Marco Canale. Con questa sentenza storica   ci troviamo

Giornata della memora, Anddos: “Castrazione omosessuali fino al 1969 in Germania, estendere legge anche a LGBTI, Rom e Sinti”

Proprio in occasione della Giornata della Memoria arriva dal quotidiano tedesco Stuttgartert Zeitung l’agghiacciante scoperta storica sulla castrazione degli omosessuali dopo il periodo nazi-fascista, che sarebbe proseguita in Germania fino al 1969. “E’ una scoperta che ci addolora, specie se pensiamo alle terribili storie delle persone che sono state raccontate solamente dopo tutti questi anni  – spiega  Mario Marco Canale, presidente nazionale Anddos.” “Questa scoperta dimostra che Il ricordo del passato va costantemente rinnovato, approfondito e attualizzato. Sapevamo che dopo la

« Older Entries